Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Donazioni di beni e servizi


L'articolo 14 del D.L. 35/2005 recita:

"Le liberalità in denaro o in natura erogate da persone fisiche o da enti soggetti all'imposta sul reddito delle società in favore di organizzazioni non lucrative di utilita' sociale ... (omississis) ... sono deducibili dal reddito complessivo del soggetto erogatore nel limite del dieci per cento del reddito complessivo dichiarato, e comunque nella misura massima di 70.000 euro annui"

Per liberalità in natura si intendono BENI o SERVIZI il cui controvalore può essere dedotto fiscalmente.

Per determinare il valore del bene, occorre rifarsi al prezzo mediamente praticato alle stesse condizioni, ai listini o - se il bene è raro o prezioso - a una perizia appositamente stesa.

Chi dona beni in natura deve sempre conservare documentazione che comprovi il valore reale di ciò che dona e una ricevuta da parte dell'associazione no-profit che contenga la descrizione analitica e dettagliata dei beni donati con l'indicazione dei relativi valori.

A questo proposito facciamo presente che l'Associazione ha sempre bisogno di beni o servizi quali ad esempio:

  • Locali
  • Arredamenti
  • Materiale informatico
  • Mezzi di trasporto

ma anche qualsiasi bene mobile o immobile che possa essere rivenduto ricavando fondi per i progetti dell'Associazione.

Non dimentichiamo i Servizi, come ad esempio:
  • Consulenze (commerciali, legali, fiscali, ecc.)
  • Spazi promozionali
  • Prestazioni d'opera (realizzazione filmati, opere grafiche, ecc.)

Per chiedere e ricevere informazioni sulle attività sopracitate, o per mettere a disposizione tempo o risorse personali, prego contattare la Sig.ra Rosanna Fontana inviando una e-mail all'indirizzo: progetti@epac.it o chiamando i seguenti numeri:

Fisso: 039.6083527 - Mobile: 327.5587677

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!