Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Giornata internazionale della NASH, dialoghi in tutto il mondo per sensibilizzare e agire subito contro una malattia in netto aumento

Per la prima volta quest’anno l’International NASH Day (IND), l'evento di sensibilizzazione sulla steatoepatite non alcolica (NASH) organizzata dal Global Liver Institute (GLI), è sostenuto dalle due principali società scientifiche che si occupano di epatologia negli Stati Uniti e in Europa, l’Associazione per lo studio delle malattie del fegato (AASLD) e Associazione europea per lo studio delle malattie del fegato (EASL).

Ogni anno l’IND si svolge il 12 giugno. Quest’anno riunirà più di 80 partner in tutto il mondo per attirare maggiormente l'attenzione su argomenti urgenti nella lotta contro la NASH, la forma avanzata di malattia epatica cronica e progressiva che colpisce più di 115 milioni di persone e che, stando alle stime, dovrebbe raddoppiare entro il 2030.

Oggi, questo importante appuntamento ospita 6 incontri virtuali su una piattaforma multipla con esperti all'avanguardia nella ricerca in malattie epatiche, immunologia, nutrizione, trapianti, oncologia e salute pubblica e pazienti esperti. E’ tutto il mondo che gira intorno alla NASH a riunirsi (Stati Uniti, Belgio, Canada, Francia, Germania, Italia, Portogallo, Nigeria, Spagna, Svezia, Russia e Regno Unito) per descrivere l’attuale sfida e collaborare a soluzioni interdisciplinari innovative per prevenire, identificare, trattare e migliorare la vita delle persone che vivono con la NASH.

Inoltre, per amplificare il messaggio, sono stati creati tanti altri eventi di contorno che si terranno nei giorni precedenti e a seguire il 12 giugno: messaggi sui social media, conduzione di tour radiofonici e incontri complementari, podcast e seminari didattici.

Ci siamo fatti spiegare meglio, nel seguente podcast, come è organizzata questa giornata e quali sono i principali progetti del Global Liver Institute dalla dr.ssa Livia Alimena, European Office Director presso il GLI.

Per ascoltare l’intervista vai alla fonte originale:
https://www.pharmastar.it/news/gastro/giornata-internazionale-della-nash-dialoghi-in-tutto-il-mondo-per-sensibilizzare-e-agire-subito-contro-una-malattia-in-netto-aumento-32578
I webinar verranno trasmessi a partire dalle 7:00 EDT fino alle 16:15 EDT e offriranno diverse prospettive da 30 relatori che affronteranno i seguenti aspetti della problematica NASH:

  • NASH come sfida per la salute pubblica globale
  • NASH pediatrico
  • NASH e cancro al fegato
  • Oltre la biopsia: il ruolo delle tecnologie non invasive nella NASH
  • NASH e obesità
  • NASH e sindrome metabolica


NAFLD e NASH

Milioni di persone in tutto il mondo sono a rischio di sviluppare malattie del fegato potenzialmente fatali come la NAFLD e la sua forma più grave, la NASH. La NAFLD (malattia del fegato grasso non alcolica) e la NASH (steatoepatite non alcolica) possono insorgere quando il grasso continua ad accumularsi nelle cellule del fegato portando a infiammazione e lesioni alle cellule.

I sintomi della NASH possono essere difficili da riconoscere ma possono includere affaticamento e dolore all'addome in alto a destra. Per questo motivo, le persone con NASH spesso non sono consapevoli delle loro condizioni epatiche fino a quando la malattia non progredisce.

La NASH è la seconda causa principale di trapianto di fegato negli Stati Uniti e si prevede che diventerà la causa principale.
Cambiamenti a livello di screening e di stile di vita possono avere un impatto sulla progressione della NASH e potenzialmente invertire la malattia nelle prime fasi.

La NASH è un importante fattore di rischio per molte altre malattie. Le persone che vivono con la NASH di solito hanno uno o più disturbi metabolici (come obesità, diabete di tipo II e malattie cardiovascolari).

Il 37% delle persone con obesità hanno la NASH, allo stesso modo anche il 37% delle persone con diabete di tipo 2 hanno la NASH.
La steatoepatite non alcolica è sicuramente sotto identificata e, quando non gestita adeguatamente, può portare a gravi complicanze quali cirrosi, cancro al fegato, trapianto di fegato o decesso.

Ora più che mai, la pandemia da COVID-19 aggiunge ulteriori rischi a quelli collegati alla NASH. “Con una prevalenza globale di epatopatie grasse pari al 25%, è necessario accelerare l'adozione delle tecnologie non invasive che stanno rivoluzionando il campo della NASH per identificare e determinare in modo più sicuro ed efficace il trattamento in risposta a questo numero crescente di pazienti ", ha dichiarato Zobair Younossi, Presidente di Inova Medicine e Chairman del Dipartimento di Medicina, Inova Fairfax Medical Campus.

"L'International NASH Day del Global Liver Institute ha un ruolo significativo nella sensibilizzazione sullo screening, l'educazione e la difesa dalla NASH e intraprendere azioni che avranno un impatto significativo su questa epidemia globale " ha aggiunto Younossi.

“La Giornata internazionale della NASH unisce e cerca di spronare un’azione collettiva, ora che siamo pronti a cedere il raccolto di anni di ricerca e investimenti nello sviluppo di tecnologie farmaceutiche e diagnostiche", afferma Donna R. Cryer, fondatrice e CEO del Global Liver Istituire. "Dobbiamo sfruttare al meglio questo momento insieme."

Programma completo dei webinar che saranno visibili fino al 16 giugno: https://www.international-nash-day.com/

Fonte: pharmastar.it

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione