Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Diabete, disponibile nuovo strumento di monitoraggio del glucosio

Un nuovo sistema di monitoraggio da remoto del glucosio che fornisce alle persone con diabete la possibilità di essere avvisati quando i valori del glucosio sono troppo bassi o troppo alti in tempo reale, è FreeStyle Libre 2.

Il sistema, prodotto da Abbott, che utilizza la tecnologia Bluetooth, trasmette ogni singolo minuto i dati del glucosio al lettore o a uno smartphone compatibile. La lettura del livello di glucosio viene effettuata grazie ad un piccolo sensore, facile da applicare sulla parte posteriore del braccio e indossabile fino a 14 giorni. Con una scansione indolore di un secondo, è possibile poi visualizzare il valore del glucosio in tempo reale, la freccia di tendenza e lo storico del glucosio, senza dover pungere il dito.

Il sistema inoltre, offre allarmi personalizzabili e opzionali che avvertono quando i valori sono troppo bassi o troppo alti.

«Gli allarmi del glucosio opzionali possono essere una caratteristica importante nella gestione del diabete per alcuni gruppi specifici di persone, come ad esempio i bambini o le persone ad alto rischio di ipo o iperglicemia - dichiara Massimiliano Bindi, Regional director of Southeast Europe and Italy, Diabetes Care, Abbott -. Con FreeStyle Libre 2 le persone con diabete hanno più possibilità di scegliere come gestire la propria condizione attraverso gli allarmi».

Un recente studio in real-world pubblicato sul British Medical Journal, ha mostrato che l'utilizzo del sistema FreeStyle Libre per un anno ha avuto un impatto positivo sulla qualità di vita e sugli esiti clinici delle persone con diabete tipo 1 e tipo 2: il 77% ha meno episodi di ipoglicemia, il 78% presenta ipoglicemie meno gravi, le assenze dal lavoro e i ricoveri ospedalieri per diabete si riducono di due terzi.
«Il sistema FreeStyle Libre 2 mantiene le caratteristiche di semplicità e accessibilità della prima generazione, e permette ai pazienti di avere a disposizione degli allarmi glicemici opzionali - dichiara Dario Pitocco, professore associato di Endocrinologia, Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma -.

Con questo sistema il paziente è sempre protagonista della propria gestione: in seguito alla ricezione dell'allarme, si scansiona e utilizza le informazioni per prendere decisioni terapeutiche appropriate. Questi dispositivi, permettendo un controllo molto frequente dei valori, aiutano il medico e le persone con diabete ad interpretare meglio l'andamento delle glicemie».

Con l'app gratuita FreeStyle LibreLink infine, i pazienti possono ricevere sul proprio smartphone i dati sul glucosio, e le informazioni possono essere caricate su una piattaforma che permette la condivisione 24/7 con il proprio medico senza la necessità di una visita ambulatoriale. Questo ecosistema digitale permette agli operatori sanitari di accedere da remoto alle letture del glucosio per esaminare a distanza i progressi del paziente nel tempo.

Fonte: doctor33.it

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione