Portale Epatite e malattie del fegato
Sito Epatite C
Sito Epatite B
Sito Steatosi
Sito Cirrosi
Sito Tumori
Sito Trapianti
Nuovi Farmaci
Malattie autoimmuni

Caratteristiche dei test epatici nei pazienti COVID-19

Dati recenti sull'epidemia di coronavirus 2019 (COVID-19) causata dalla sindrome respiratoria acuta grave da coronavirus 2 (SARS-CoV-2) hanno iniziato a fare luce sull'impatto della malattia sul fegato. Tuttavia, finora nessuno studio ha descritto sistematicamente anomalie nei test epatici in pazienti con COVID-19. In uno studio cinese, sono state valutate le caratteristiche cliniche in pazienti con test epatici anormali.

Lo studio ha coinvolto 417 pazienti con COVID-19 confermato in laboratorio, che sono stati ricoverati nell'unico ospedale di riferimento a Shenzhen, in Cina dall'11 gennaio al 21 febbraio 2020 e seguiti fino al 7 marzo 2020. Sono state raccolte per l'analisi le informazioni sulle caratteristiche cliniche deii pazienti con test epatici anormali.

Dei 417 pazienti con COVID-19, 318 (76,3%) avevano risultati anormali dei test epatici e 90 (21,5%) avevano lesioni epatiche durante il ricovero. La presenza di test epatici anormali è diventata più pronunciata durante il ricovero in ospedale entro 2 settimane, con 49 (23,4%), 31 (14,8%), 24 (11,5%) e 51 (24,4%) pazienti che hanno aumentato i livelli degli enzimi epatici a più di 3 volte rispetto al limite superiore di alanina aminotransferasi, aspartato aminotransferasi, bilirubina totale e gamma-glutamil transferasi, rispettivamente. 

I pazienti con test epatico anormale di tipo epatocellulare o di tipo misto all'ammissione avevano maggiori probabilità di progredire verso una malattia grave (odds ratio (OR) = 2,73, intervallo di confidenza al 95% (CI) 1,19-6,3 e 4,44, IC al 95% 1,93-10,23 , rispettivamente). È stato anche riscontrato che l'uso di lopinavir / ritonavir porta ad un aumento delle probabilità di danno epatico (OR da 4,44 a 5,03, entrambi P <0,01).

In conclusione, i pazienti con test epatici anormali presentavano rischi più elevati di progressione verso malattia grave. Gli effetti dannosi sulla lesione epatica correlati principalmente a determinati farmaci utilizzati durante il ricovero ospedaliero devono essere monitorati e valutati frequentemente.

Fonte: journal-of-hepatology.eu

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!

Quando invii il modulo, controlla la tua casella di posta elettronica per confermare l’iscrizione