cnl_1

Salute, Milano: riparte l’Easy Test gratuito per HIV e HCV

03/02/2017
Riparte da domani 3 febbraio con cadenza mensile l'iniziativa Easy Test



Riparte da domani 3 febbraio con cadenza mensile l’iniziativa Easy Test, il test rapido sulla saliva per individuare anticorpi specifici dei virus Hiv dell’Aids e Hcv dell’epatite C, promosso dall’Irccs ospedale San Raffaele di Milano in collaborazione con Ats Città Metropolitana e Anlaids. La novità di quest’anno – informa una nota dal San Raffaele – è l’avvio della collaborazione con il Centro diagnostico italiano (Cdi) che offrirà il test gratuito anche presso le sue sedi di Milano, Legnano, Corsico, Cernusco sul Naviglio, Rho, Pavia, Corteolona, Varese e Uboldo. Il test, effettuato da operatori sanitari esperti, è gratuito e anonimo e fornisce un risultato entro pochi minuti. Un medico sarà a disposizione dei pazienti per eventuali dubbi o domande. Ogni primo venerdì del mese i cittadini possono recarsi direttamente e senza prenotazione presso il punti prelievo di San Raffaele (Medicina di laboratorio, via Spallanzani 15), Ats Milano Città Metropolitana (viale Jenner 44) e Cdi.

“Secondo i dati dell’Istituto superiore di sanità – spiega Adriano Lazzarin, primario del Dipartimento di malattie infettive dell’Irccs San Raffaele e direttore scientifico del progetto Easy Test – solo in Italia, nel 2015, sono state segnalate quasi 3.444 nuove diagnosi di infezione da Hiv. Negli ultimi tempi si sta abbassando la guardia nei confronti di questa infezione, probabilmente perché l’Aids è considerata una prospettiva remota, vista l’efficacia della terapia antiretrovirale che inibisce la riproduzione del virus nell’organismo”. Ma “la prevenzione ad oggi rimane l’unica arma per evitare la diffusione dell’infezione – avverte l’esperto – e una più capillare e semplice offerta del test per Hiv ne è lo strumento principale”.

“Questa prestigiosa collaborazione, nell’ambito di un progetto con implicazioni medico-sociali così importanti – afferma Fulvio Ferrara, direttore del Servizio integrato di medicina di laboratorio e anatomia patologica del Cdi – è certamente un completamento importantissimo della strategia preventiva di tutela della salute dei cittadini che da sempre il Centro diagnostico italiano pone al centro delle propria attenzione. Questa iniziativa, inoltre, ben si colloca nell’ottica di una sempre più costruttiva sinergia tra sanità pubblica e privata, a tutto vantaggio della tutela della salute nel territorio lombardo”.

Fonte: meteoweb.eu

Vuoi ricevere aggiornamenti su questo argomento? Iscriviti alla Newsletter!